loader

Alla scoperta del latte di capra, digeribile e saporito

Posted by Emanuele Salvato on 22-Jan-2020 17.06.49

Alimento antichissimo, ancora poco conosciuto e certamente meno consumato del suo fratello maggiore latte vaccino, il latte di capra si sta comunque ritagliando sempre più un ruolo importante nell'alimentazione. Soprattutto da parte di chi non tollera il latte di vacca ed è ben consapevole che quello di capra è meno grasso e più digeribile. Eppure nell'antichità il latte di capra era molto diffuso, nel 20esimo secolo il suo consumo ha registrato una netta contrazione e oggi sta lentamente guadagnando terreno.

Latte-di-Capra-792x450

Rispetto al latte vaccino il latte di capra ha una minore dimensione dei globuli lipidici e un contenuto più elevato in acidi grassi a corta e media catena. Inoltre, risulta anche più saporito e questo aspetto, visto il particolare sapore che assume il latte di capra, non a tutti è gradito. Gli acidi grassi che appartengono al latte di capra fanno sì che questo alimento sia privo del potere aterogeno che caratterizza gli acidi grassi a lunga catena ed in particolare il palmitico. Infatti, pur appartenendo alla categoria dei saturi, gli acidi grassi a catena corta e media presenti nel latte di capra non hanno alcun effetto negativo sul tasso di colesterolo dell'organismo.

Le proteine del latte di capra sono simili a quelle del latte vaccino anche se spicca per un maggior contenuto di taurina, stessa sostanza presente in molte bevande energetiche. Come il latte bovino, il latte di capra è ricco di calcio, fosforo, potassio e riboflavina.

Bisogna chiarire subito che il latte di capra, però, non è adatto a chi soffre di intolleranza al latte vaccino, essendo i due latti per composizione e caratteristiche molto simile, seppure con le differenze non secondarie sopra elencate.

Allo stesso modo chiariamo che, al pari del latte di mucca, quello di capra non può sostituire quello materno nell'alimentazione del neonato poiché le differenze chimiche e nutrizionali sono notevoli.

Il latte di capra, come il latte vaccino, viene impiegato in cucina per la produzione di formaggi, ricottayogurt e altri prodotti caseari. Sono maggiormente noti i suoi utilizzi in ambito cosmetico, del resto sono noti i famosi bagni di Cleopatra nel latte di capra con il miele.

Il latte di capra è particolarmente adatto per chi ha una pelle secca e disidratata o per chi è stato esposto troppo al sole. Ad esempio potete utilizzare il burro di capra per fare una maschera per il viso fai da te. La lasciate riposare per circa 20 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida: la vostra pelle sarà subito più setosa.

Come si diceva all'inizio, oggi il latte di capra e i prodotti da esso derivati stanno riconquistando terreno e, quindi, mercato. Si pensi, ad esempio, che in Francia il 32% dei formaggi Dop è di origine caprina. Da non sottovalutare anche il fatto che la capra è un animale capace di adattarsi anche a zone impervie e montuose e quindi possono risultare adatte a rilanciare un'attività in certe zone dove è difficile farlo.

Topics: proprietà, latte, latte di capra,

Benvenuto su Cicalia.com 

il tuo Supermercato Online!


Approfondisci gli articoli sul nostro blog e quando sei pronto fai la spesa online. Inserisci i prodotti nel carrello e scegli dove vuoi riceverli: a tutto il resto pensiamo noi :-)


Perchè Cicalia:

  • È veloce (24/48 ore in tutta Italia);
  • Consegna con mezzi refrigerati;
  • Ordini quando vuoi, senza code!

Iscriviti alla nostra newsletter

Categorie e Argomenti

vedi tutti