loader

Frutti autunnali: ecco i 7 più importanti

Posted by Emanuele Salvato on 19-set-2017 8.53.01

Sono moltissimi i frutti di stagione che è possibile trovare in autunno dal fruttivendolo, in un qualsiasi supermercato tradizionale o nei supermercati on line. L'autunno, infatti, porta con sé numerosi e gustosi frutti ricchi di proprietà nutrizionali, vitamine e, decisamente, da preferire a quelli fuori stagione. Questi ultimi, infatti, per arrivare sulle nostre tavole in periodi nei quali non dovrebbero essere disponibili, subiscono trattamenti che ne compromettono i gusto e le proprietà nutrizionali. I frutti disponibili naturalmente nella stagione autunnale sono molti e, a dire il vero, proprio non ci sarebbe bisogno di contribuire all'inquinamento all'atmosferico facendosi arrivare fragole da paesi caldi in dicembre, quando abbiamo a disposizione una bella mela a chilometro zero.

 

Ma vediamo quali sono, secondo una nostra classifica, i sette frutti autunnali che assolutamente non dovrebbero mancare sulle nostre tavole.

uva.jpg

UVA. A settembre, si sa, si vendemmia perché l'uva è matura. Ricca di zuccheri direttamente assimilabili (glucosio, levulosio e mannosio) l'uva contiene anche sali minerali in quantità (potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro, arsenico) e vitamine del gruppo A, B e C. Molte sono le qualità di uva, tutte legate da notevoli proprietà antiossidanti. Senza dimenticare le caratteristiche antivirali garantite dall'acido tannico e dai fenoli presenti nella buccia.

Mele.jpg

MELE. Il detto "Una mela al giorno leva il medico di torno" avrà pure i suoi fondamenti. Si tratta, infatti, di un frutto ricco in flavonoidi, sostanze che hanno effetti antinfiammatori e antiossidanti. Inoltre le mele contengono circa l’85% di acqua, il 10% di zucchero e fibre, vitamine e potassio. Insomma tante fibre e poche calorie. Nel periodo autunnale abbiamo diversi generi di mele che indichiamo con i nomi “gala”, “red delicious”, “golden delicious”, “granny smith”.

pere-1.jpg

PERE. Le pere contengono molte fibre, tanto che bastano due pere per garantirsi il 30% del fabbisogno giornaliero. Buona parte di queste fibre, però, è contenuta nella buccia del frutto. Per questo è consigliabile scegliere pere da coltivazione biologica, la cui buccia non ha subito trattamenti e può essere tranquillamente consumata. Molto interessante anche la seguente caratteristica della pera: la pectina contenuta nella buccia (la stessa che c'è nelle marmellate per consolidarle) permette di catturare il colesterolo e di evacuarlo con le feci. In quanto ricche di calcio, le pere sono un'ottima arma contro la osteoporosi, mentre il boro presente nel frutto aiuta le funzioni cerebrali.

fichi.jpg

FICHI. Per il loro contenuto dal punto di vista nutrizionale, i fichi sono considerati futti salutari. Contengono potassio calcio, fibre, anticianine antiossidanti e la buccia avrebbe anche funzioni digestive per presenza di enzimi digestivi. Dobbiamo distinguere fra i fichi fioroni” che raccogliamo in primavera-estate e che maturano in tarda estate e i “tardivi”, che si raccolgono in ottobre. I fichi si conservano difficilmente, per questo andrebbero tenuti in frigo. Da consumare nel giorno stesso dell’acquisto oppure preparando delle ricette che permettono di conservarli più a lungo, come la confettura di fichi.

kiwi.jpg

KIWI. Il kiwi è un frutto che si consuma da settembre fno al termine dell'inverno. Per lo più è ricco di carboidrati, fruttosio in particolar modo. E’ quindi un alimento energetico ed è preferibile assumerlo nell’arco della mattinata. Zuccheri a parte, il kiwi assicura un elevato apporto di antiossidanti e di potassio: è dunque un ottimo alleato di sportivi ed ipertesi; non solo, aiuta chiunque soffra di stipsi e colon irritabile, grazie al suo buon quantitativo di fibre e grazie alla sua azione lassativa. Unica “controindicazione”, se così si può chiamare, del kiwi, è che rientra negli alimenti causa di allergie alimentari.

arance-rosse.jpg

ARANCE E MANDARINI. Si tratta di agrumi notoriamente ricchi di vitamina C, sostanza antiossidante che, in autunno e inverno, è molto utile per rafforzare il sistema immunitario. La vitamina C si mantiene efficace nel suo potere se preservata dall’effetto dell’eccessivo calore, dalla luce, dal troppo lavaggio. Gli agrumi contengono anche molta quantità di fibre alimentari contenute nell’involucro degli spicchi, e che hanno la proprietà di stimolare la funzionalità intestinale e di farci sentire più sazi.

CACHI-2.jpg

CACHI. Sono il frutto autunnale per eccellenza. Dal caratteristico gusto molto dolce, i cachi sono frutti molto energetici, ricchi di zuccheri semplici e facili da assorbire. Sono anche ricchi di fibre e molto utili per chi soffre di stitichezza. Agiscono positivamente anche sul fegato, la milza e il pancreas. si tratta di un frutto particolarmente depurativo, oltre che energetico e ricco di potassio.

Topics: frutti autunnali

Benvenuto su Cicalia.com 

il tuo Supermercato Online!


Approfondisci gli articoli sul nostro blog e quando sei pronto fai la spesa online. Inserisci i prodotti nel carrello e scegli dove vuoi riceverli: a tutto il resto pensiamo noi :-)


Perchè Cicalia:

  • È veloce (24/48 ore in tutta Italia);
  • Consegna con mezzi refrigerati;
  • Ordini quando vuoi, senza code!

Iscriviti alla nostra newsletter

Articoli recenti

Categorie e Argomenti

vedi tutti