loader

Maccheroni, una storia tutta italiana?

Posted by Emanuele Salvato on 4-ago-2017 12.06.48

Con il termine 'maccheroni' spesso, soprattutto all'estero, si tende a identificare la pasta secca o fresca in modo piuttosto generico. Ma per gli italiani i maccheroni sono un tipo di pasta abbastanza definito, che non può confondersi con gli spaghetti, ad esempio. Con il termine 'maccheroni' ci si riferisce a un tipo di pastasciutta corta di forma tubolare realizzata con semola di grano duro e acqua, internamente vuota affinché il sugo del condimento si avvinghi meglio alla pasta.

come-preparare-i-maccheroni-ripieni_717ad86b66f3cb6df1ad879bc66b6d56.jpg

MACCHERONI, ETIMOLOGIA. Iniziamo con l'analizzare l'etimologia della parola. Maccherone è un termine campano, come attestato da un documento del 1014 a Cava in cui compare la parola Mackarone. Il linguista e glottologo Giovanni Alessio afferma che la parola può avere due origini: dal greco bizantino 'makaronia' sche sta per 'carro funebre che nel tempo sarebbe diventato 'pasto del funerale equindi pietnza da servire durante il funerale; la seconda origine potrebbe essere dal greco 'macharia'o zuppa d'orzo a cui si sarebbe poi aggiunto il suffisso -one. Secondo il glottologo e linguista italino Giacomo Devoto la parola maccherone ha una doppia derivazione: da macco che sta per 'polenta di fave' che sarebbe un incrocio di makka (termine mediterraneo) con il latino maccus, "dalla grossa mascella", a sua volta collegato a mala, "mascella", da un arcaico 'maksla'.

DA MARCO POLO A TRABIA. Secondo una leggenda, i maccheroni sarebbero stati portati in Italia da Marco Polo che, di ritorno a Venezia dal Catai nell'anno 1292. Ma c'è un'altra ipotesi che contrasterebbe con questa ed è quella che sostiene che i maccheroni sarebbero stati in Italia già da almeno un secolo rispetto all'anno 1292. Lo scrittore arabo Idrisi ne attesta la presenza in Sicilia nel comune di Trabia, vicino a Palermo.

Scarica l'eBook Gratis

UN MACCHERONE PER OGNI REGIONE. Come spesso accade in Italia le differenze fra i maccheroni sono di tipo regionale e locale. In Abruzzo quando si parla di maccheroni ci si riferisce ai 'maccheroni alla chitarra', un prodotto tipico della regione. Si tratta di un tipo di pasta lunga a sezione quadrata, realizzata con strumenti chiamati, appunto, 'chitarre'. Nella regione Sicilia è possibile trovare anche una versione senza buco dei maccheroni ottenuta senza lavorare la pasta con ferri o altri strumenti. Solitamente va condita con carne di castrato, caciocavallo o ricotta salata grattugiata. In alcune regioni come la Tosacana e il Molise, i maccheroni sono identificati con pasta molto simile agli spaghetti o alle tagliatelle. In Calabria quando si parla di maccheroni si intende i filejia, ossia un tipo di pasta lunga come mezzo spaghetto con un buci finissimo da condire con ragù o con carne di capra.

Insomma, è possibile notare una certa confusione lessicale intorno alla parola 'maccheroni'. Nella celebre scena del film "Un americano a Roma" con Alberto Sordi, si vede il protagonista affrontare un piatto di spaghetti definendoli 'maccheroni'. Una parola che, soprattutto molti anni fa, identificava un'ampia fetta dei formati di pasta disponibili che, con il tempo, sono stati classificati con nomi specifici.  

MACCHERONI "MODERNI". Con l'avvento della produzione industriale, soprattutto della pasta secca, si identiicano nella macrocategoria dei maccheroni formati di pasta come i rigatoni, con scanalature longitudinali, i tortiglioni, con scanalature a spirale, oppure se la forma è arcuata anziché dritta si parla di sedani o sedanini anche di lumache o lumaconi se la curvatura è accentuata e e i pezzi larghi.

I maccheroni possono essere preparati in diversi modi. La ricetta più semplice e sbrigativa è quella con il sugo al pomodoro e una foglia di basilico. Non mancano comunque le varianti per preparare questo alimento basilare della cucina italiana. Molto apprezzati, ad esempio, sono i maccheroni al ragù. Più estivo invece è la ricetta a base di zucchine. Gran pare degli ingredienti necessari alla realizzazione dei piatti possono essere acquistati anche nei supermercati on line, senza bisogno di muoversi da casa.

LA RICETTA. Tortiglioni al Ragù (tempo di preparazione 1 ora e 20 minuti, difficoltà Facile)

Ingredienti per 4 persone

 Preparazione

  1.  Tritate finemente la cipolla già mondata, pulite con cura le carote e il sedano e tritate anche queste verdure. Mettete tutto in un tegame con l'olio extravergine di oliva e fate rosolare, a fuoco vivace, per 10 minuti, mescolando spesso con un cucchiaio di legno
  2. Spellate la salsiccia, schiacciatene la polpa per sgranarla, e unitela al soffritto Aggiungete anche il manzo macinato e le foglie di alloro lavate e asciugate. Alzate la fiamma, fate colorire il tutto per 5 minuti, quindi bagnate con il vino.
  3. Lasciate evaporare, quindi unite i pelati, schiacciandoli leggermente con una forchetta infine aggiungete i chiodi di garofano e mescolate per distribuire perfettamente gli ingredienti.
  4. Abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere il sugo per almeno 1 ora, al termine salate e pepate. Il ragù migliora aumentando il tempo di cottura, quindi potete arrivare anche a 2 ore, aggiungendo ogni tanto del brodo di carne (o di dado) caldo.
  5. Lessate i tortiglioni in abbondante acqua salata e bollente, quindi conditeli con il ragù molto caldo.

Scarica l'eBook Gratis

Topics: pasta secca, tortiglioni

Benvenuto su Cicalia.com 

il tuo Supermercato Online!


Approfondisci gli articoli sul nostro blog e quando sei pronto fai la spesa online. Inserisci i prodotti nel carrello e scegli dove vuoi riceverli: a tutto il resto pensiamo noi :-)


Perchè Cicalia:

  • È veloce (24/48 ore in tutta Italia);
  • Consegna con mezzi refrigerati;
  • Ordini quando vuoi, senza code!

Iscriviti alla nostra newsletter

Articoli recenti

Categorie e Argomenti

vedi tutti