loader

Semplicemente Cucinando: intervista a Laura Becchis

Posted by Sibilla Pozzani on 27-set-2018 9.16.25

Farmacista ospedaliera nella vita, food blogger per passione: l'autrice del blog "Semplicemente Cucinando" ci racconta della sua passione e di come nasce un portale che, nonostante il nome, non parla solo di cucina!

 


1. Laura parlaci un po' di te: chi sei, da dove vieni, le tue passioni...

Sono, nella vita, farmacista ospedaliero un po' per caso direi.

Diplomata al liceo linguistico volevo fare l'interprete. Scelsi invece di iscrivermi alla Facoltà di Farmacia...perché c'era poca matematica. Ho lavorato per anni al pubblico in Farmacie private e poi, conosciuto quello che oggi è mio marito, un cardiologo ospedaliero, mi convinsi e tentai la strada ospedaliera. Tanti sacrifici, 4 anni di specializzazione e tantissima gavetta, ma, alla fine, vinsi un posto in ospedale. "Mai tornerò indietro a fare la commessa, piuttosto apro una tabaccheria!" Mi dicevo sempre e mi spronavo.

Oggi il lavoro occupa e assorbe il 60% della mia giornata e delle mie energie, il resto lo lascio in mano al mio animo da food blogger e ai miei mille interessi e passioni: la subacquea, la fotografia - subacquea e non -, il cinema, gli amici.

 

2. Come è nata la tua passione per la cucina?

Sono cresciuta in una famiglia in cui la "cucina" aveva un grandissimo valore non solo come momento di convivialità famigliare e non, ma proprio come cultura e piacere di cucinare. Era normale.

Influenzata da una cucina tradizionale di mamma e nonna materna, l'ho fatta mia per diversi anni una volta sposata. Poi mi sono resa conto che stava facendo uscire prepotentemente ciò che di fatto sono io: curiosa, testarda, alla ricerca costante del nuovo e del diverso; predisposta alla sfida con me stessa, ma sfidata dalla stimolazioni e dall'esigenza di crescere sempre.

 

3. Il nome del tuo blog ha un significato particolare?

Si, quando decisi di aprire il blog il nome "Semplicemente Cucinando" uscì subito, senza pensarci un attimo. Quella ero io, il mio essere in cucina.

Mi esce spontaneo e naturale cucinare, così come mi trucco e mi vesto.

Semplicemente Cucinando anche perché con un marito cardiologo ed ora un figlio neo dottorino (così mi piace definirlo), sportivo ed attento alla sana alimentazione, uso pochi pasticci, poche salse, pochi intrugli, pochi dolci, non amo la cucina laboriosa, ma piuttosto una cucina che esalti la materia prima.

 

4. Il tuo blog non parla solo di ricette: spiegaci come è nato e che cosa racchiude.

Sapessi come è nato il mio blog ;-)!...L'ennesima sfida con me stessa. Il sentire da un'amica che il marito avrebbe creato il blog da oggi a domani e dare così istruzioni per raggiungere il luogo dove si sarebbero sposati, mi fece pensare "allora non è così difficile". Peccato che io non ne sapessi assolutamente nulla di html, Word Press, SEO etc etc. Utilizzai tutto il mio tempo libero per studiare e aprire un blog, senza dire niente a nessuno. Una volta avuto il blog mi chiesi "ed ora cosa ci posso fare?" Decisi così di raccontarmi, di condividere le mie ricette, i miei esperimenti in cucina e le mie passioni.

Il blog negli anni è cresciuto ed io con lui: studiare, il confrontarmi con gli altri rappresentano ancora oggi una grande spinta.

Da li inserirmi nei gruppi di altre food blogger per conoscere ristoranti, realtà produttive, eventi e farne un mio bagaglio è stato un tutt'uno.

 

5. Tra tutte le ricette che pubblichi, qual è la tua preferita, quella che più ti appassiona preparare?

Parto da una risposta che mi diede mio figlio anni fa vedendomi proporre sempre ricette diverse: "Mamma...anche se fai due volte la stessa cosa non succede niente...". Difficilmente mi replico, mi annoia l'idea. Posso dire che ciò che amo più preparare sono i primi piatti e tutto quello che è l'home made e l'autoproduzione: conserve, marmellate, confetture, passate e così via.

 

6. Da dove raccogli tutte le tue ricette?

La maggior parte escono così, naturalmente, altre dopo aver studiato un po' sugli accostamenti che mi vengono in mente.

Prendo però anche molto spunto dalle ricette degli Chef per imparare le tecniche nuove e capire gli accostamenti vincenti.

 

7. Cosa consiglieresti agli aspiranti food blogger?

La prima cosa per me importantissima: essere sempre certi di quello che scrivono. Gli altri ci leggono e dobbiamo dare l'informazione corretta.

Essere di stimolo e non sembrare il migliore.

Creare un proprio angolo che li rappresenta al meglio senza cercare di buttarsi nella mischia così, a caso. Il mondo della cucina, virtuale e non, sta vivendo un momento di grandissimo interesse e cadere nella banalità il rischio più grosso.

Benvenuto su Cicalia.com 

il tuo Supermercato Online!


Approfondisci gli articoli sul nostro blog e quando sei pronto fai la spesa online. Inserisci i prodotti nel carrello e scegli dove vuoi riceverli: a tutto il resto pensiamo noi :-)


Perchè Cicalia:

  • È veloce (24/48 ore in tutta Italia);
  • Consegna con mezzi refrigerati;
  • Ordini quando vuoi, senza code!

Iscriviti alla nostra newsletter

Articoli recenti

Categorie e Argomenti

vedi tutti