loader

Torrone, storia di un dolce della antica tradizione pasticcera

Posted by Emanuele Salvato on 5-dic-2018 12.25.52

Quando si avvicinano le festività natalizie sulle nostre tavole arrivano certi prodotti che, solitamente, nel corso del resto dell'anno raramente, per non dire mai, acquistiamo. Questo è vero per i classici del Natale, ossia pandori e panettoni, ma è vero anche per il torrone che, nei diversi formati e nelle diverse consistenze in cui è oggi disponibile, fa bella mostra di sé nei cestini natalizi. Ma quanto sappiamo di questo delizioso dolce di cui la città di Cremona è una sorta di capitale?

torrone

La sua storia è affascinante e interessante. Innanzitutto il termine torrone sembra che derivi dal latino "torreo" che vuol dire "abbrustolire" e c'entrerebbe con il torrone poiché fa riferimento alla tostatura delle mandorle e delle nocciole, ingredienti fondamentali del prodotto dolciario. Ci sono poi alcune teorie che attribuiscono valori simbolici ad alcuni degli ingredienti del torrone, un dolce che veniva regalato in occasione del solstizio d'inverno. E in particolare il miele rappresenterebbe la dolcezza, le mandorle la forza della vita e l'albume d'uovo la rinascita. Per quanto riguarda la sua origine temporale, si sono diverse teorie. Un'ipotesi ritiene colloca la sua nascita nell'antica Roma dove sarebbe stata creata una preparazione a base di miele, albume d'uovo e mandorle di cui Tito Livio fa cenno in alcuni dei suoi scritti. Ma c'è anche un'ipotesi araba per il torrone. In questo caso gli arabi avrebbero poi diffuso il torrone nel Sud Italia e nel Mediterraneo vendendolo come un alimento inforzante, come indicherebbe il “Turun” riportato nel De medicinis et cibis semplicibus trattato dell'XI secolo.

Non poteva, poi, mancare una ipotesi tutta italiana sulla nascita del torrone. Una teoria, qualcuno parla di leggenda, che non poteva essere che cremonese. Questa identificherebbe il primo torrone tradizionale come un dolce speciale di mandorle e miele, a forma di torre (Il "Torrazzo" è il simbolo della città di Cremona) realizzato dai cuochi di corte per le nozze tra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. Nei testi italiani la parola "torrone" associata a questo tipo di preparazione dolciaria compare per la prima volta nel '500 e uno degli autori di questi testi è il Messisbugo. Inizialmente preparato dagli speziali, successivamente divenne opera di pasticceri e formai. Ancora ad inizio '900 la barretta era preparata dai fornai al termine della lavorazione del pane. Oggi le diverse varianti regionali della ricetta possono essere a base di pasta più o meno morbida, arricchita con frutta secca, fichi, erbe, spezie, scorze di agrumi o cioccolato.

Acquistare del buon torrone, di qualità, è divenuto oggi ancor più semplice grazie agli enormi vantaggi offerti dai supermercati on line che permettono di avere prodotti di buona qualità, un’ampia scelta e, soprattutto, permettono di fare la spesa, anche quella di Natale, rimanendo comodamente seduti a casa davanti a un computer, un tablet o un telefonino. Digitando www.cicalia.com ci si può rendere conto di quanti vantaggi possa offrire, oggi, il supermercato on line.

Topics: storia, natale, dolci, torrone

Benvenuto su Cicalia.com 

il tuo Supermercato Online!


Approfondisci gli articoli sul nostro blog e quando sei pronto fai la spesa online. Inserisci i prodotti nel carrello e scegli dove vuoi riceverli: a tutto il resto pensiamo noi :-)


Perchè Cicalia:

  • È veloce (24/48 ore in tutta Italia);
  • Consegna con mezzi refrigerati;
  • Ordini quando vuoi, senza code!

Iscriviti alla nostra newsletter

Articoli recenti

Categorie e Argomenti

vedi tutti